Home » Biografia

Biografia


 - Daniele Bondi Writer

Daniele Bondi nasce a Pavullo nel Frignano dove risiede fino al 1989, anno in cui si trasferisce a Modena, ove ancora oggi vive e lavora.
Il CURRICULUM SCOLASTICO lo vede conseguire la Laurea in Economia e Commercio all’Università di Modena nel 1989. Un periodo di 4 anni di studi privati e di quasi 12 mesi alla EF School di Londra (1992) e al Nene College di Northampton (1993-95) gli permettono di conseguire 3 Diplomi della University of Cambridge: First Certificate in English (1993), Certificate of Advanced English (1994) e Certificate of Proficiency in English (1995). Il 30 Marzo del 2012 si laurea anche in Filosofia presso l'Università di Parma, con tesi sull'Estetica e la Critica d'Arte di Diderot e votazione 110/110 e Lode

 


Nel MONDO DEL LAVORO riveste posizioni amministrative, commerciali e imprenditoriali dal 1989 al 2001, anno in cui approda, in conseguenza della sua evoluzione umanistica di cui sotto, alla PROFESSIONE GIORNALISTICA. Per 5 anni ha gestito il proprio UFFICIO-STAMPA, contribuendo ad accrescere la notorietà dei propri clienti per i quali organizza le conferenze-stampa e le interviste radio-televisive, predisponendo i comunicati-stampa e tenendo i rapporti con i media della carta stampata, del sistema radiotelevisivo e Internet. Daniele Bondi, dopo una esperienza di 4 anni al Resto del Carlino, è da diversi anni collaboratore della Gazzetta di Modena, capo-redattore del mensile Vivo Pavullo & Frignano, e corrispondente di alcune agenzie di stampa on line.



L'EVOLUZIONE UMANISTICA comincia intorno al 1990 grazie all’incontro con autori e artisti teatrali come Fabrizio Maselli e soprattutto alla lettura dei grandi classici della LETTERATURA di tutti i tempi che gli offrono lo stimolo decisivo verso la SCRITTURA. A partire dal 1995, sviluppa poi una passione smisurata per la FILOSOFIA frequentando numerosi corsi e ampliando la propria biblioteca personale. Dall'autunno 2006, si è poi iscritto alla Facoltà di Filosofia della Università di Parma, dove, nella Primavera 2012, porterà a termine il suo percorso umanistico.

Il rapporto con la SCRITTURA IN PROSA inizia nel 1991, con le prime bozze di quello che diventerà, 9 anni più tardi, “A immagine e somiglianza” ovvero il suo primo romanzo pubblicato da Edizioni Tracce nel Giugno del 2000 che conquista il 2° posto al Premio Letterario Città di Torino 2000 e il 3° posto al Premio Letterario Siracusa 2002. Nel 2003 esce poi “Rimpianto” (Edizioni Clandestine) che vende oltre 1.500 copie e gli vale il 2° posto al Gran Premio Letterario Europeo Penna d’Autore 2003 e il 3° posto sia al Premio Letterario Siracusa 2003 che al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Borgo Ligure 2004.

A partire dal 2000 scrive più di 20 racconti, praticamente tutti premiati nei primi 5 posti di numerosi concorsi letterari, fra i quali vanno citati: “Da oggi il mondo non sarà più lo stesso” (1° posto al Premio “Di Benedetto Senior”, Cuneo, 2002), “Jihad” (1° posto al “Riviera Adriatica”, Ancona, 2002), “Lo Scoop” (1° posto al “S.Margherita Ligure” 2002), “L’Oceano Maledetto”, (1° posto al “Pavese-Gori”, Cuneo, 2003), "Braida" (1° posto al "Città di Brugherio 2006" e 1° posto al "Santa Margherita Ligure 2007"), "Dedicato a K" (1° posto al Premio "L'Aquila Ziré D'Oro 2007"), "Virus" (1° posto al Premio Les Fleurs du Mal, Roma 2009"), "Sognare ricordi, dipingere sogni" (1° posto al Premio Letterario Don Luigi di Liegro, Roma, 2010)

A Novembre 2007 pubblica il suo terzo romanzo, un thriller storico ambientato nel 1791, intitolato "L'Enigma del Pentagramma" che ha per protagonisti diversi personaggi realmente esistiti nel Ducato di Modena e nell’Europa di quel tempo. Questo romanzo ha vinto il Premio Siracusa 2006 (I class.cat.inediti, II assoluto) e il Premio Nazionale di Poesia e Narrativa Città di Pompei 2008, nonché il Premio Speciale della Critica al Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa Città di Salò 2008 e il II posto assoluto al Premio Internazionale di Letteratura Trofeo Penna d'Autore 2007/8 con premiazione durante la Fiera del Libro di Torino il giorno 11 Maggio 2008.

La grande novità del 2009 è che Daniele Bondi è diventato uno degli autori della Nabu International Literary and Film Agency. Mentre quella del 2011 è il suo esordio nel mondo della grande editoria con la pubblicazione, da parte di Rusconi, de "Il Caso Cartesio".

Nel 2010 giunge Terzo al Premio Nazionale di Filosofia (sezione paradossi) "Le figure del pensiero", con premiazione presso il Palazzo Pretorio di Certaldo.

Nel 2010 Bondi vince con il thriller storico ancora INEDITO "Il Caso Cartesio" (pubblicato poi nel maggio del 2011) il Premio Siracusa e si classifica al Terzo Posto sia al Premio Internazionale di Narrativa e Poesia Borgo Ligure che al Premio Il Golfo. Nel 2011, appena pubblicato da Rusconi, "Il Caso Cartesio" vince il prestigioso Premio Europeo di Arti Lettearie Via Francigena 2011. Poi, il 3 Dicembre 2011 trionfa al Premio Firenze (Fiorino d'oro) e il 6 maggio 2012 al Premio Nazionale di Poesia e Narrativa "Il Litorale" (Marina di Massa). Nel Luglio 2012 vince il Concorso Letterario Nazionale di www.recensionelibro.it "Autore di te stesso" e l 15 dicembre 2012 vince anche il Premio Letterario Saturo d'argento - XX Edizione (Rapolano Terme - TA).

Ad oggi, Daniele Bondi ha vinto 16 Premi Letterari, risultando altre 18 volte sul podio (6 volte secondo e 12 volte terzo) per un totale di 34 prestigiosi riconoscimenti che lo rendono uno degli autori più premiati d'Italia.

Il 21 Marzo 2014 pubblica il suo primo libro in lingua inglese. Si tratta di "Crimes in Little Italy", un thriller avvincente ambientato a New York, ricco di spunti letterari, psicologici e connessi all'immigrazione degli Italiani in America. Il libro, proprio come "Il caso Cartesio", è disponibile su Amazon in versione ebook e cartacea.

Venendo al TEATRO, l'autore ha mandato in scena, il 26 Giugno 2005, nella ineguagliabile cornice di Piazza Grande a Modena, una commedia storica intitolata "Una torta per Modena Capitale". La piéce è ambientata nel 1598, ossia nell'anno del trasferimento da Ferrara a Modena della corte Estense e racconta della scelta fatta da Cesare D'Este che preferì Modena a Reggio Emilia quale nuova sede della Capitale del Ducato Estense. La rappresentazione, alla quale hanno assistito diverse centinaia di spettatori, è stata interpretata da Roberto De Sarno, Chiara Tondini, Paolo Pederzini e Carolina Migli, la quale ultima ne ha anche curato la regia. La commedia è stata rappresentata anche a Sestola, al Teatro delle Passioni di Modena, mentre nel 2007 sarà replicata alla Sala Polivalente di Serramazzoni (24/3) e a Pavullo, durante il Simposio del Cioccolato (31/3).
Bondi ha poi scritto il dramma storico "Raimondo e Cristina" che tratta dell'incontro avvenuto nel 1654 fra Raimondo Montecuccoli e Cristina di Svezia all'atto della ormai imminente conversione della regina al Cattolicesimo. Questa pièce, che ha vinto il Fiorino d'Argento al Premio Firenze 2006 (con premiazione a Palazzo Vecchio, Firenze, il 2 dicembre 2006), è andata in scena in scena sabato 11 agosto 2007 al Teatro Mac Mazzieri di Pavullo, in occasione delle celebrazioni per la riapertura del Castello dei Montecuccoli.

Per quanto infine attiene all'ARTE, dal 2004 Bondi scrive recensioni per artisti figurativi e li intervista per gli organi di stampa. In particolare, ha curato lo sviluppo artistico di Carlo Lanzotti e della sua Digital He-Art, ha intervistato Vittorio Sgarbi, Francesco De Gregori (queste due interviste si possono ascoltare su questo sito navigando nel menù "Contributi Audio"). Ha scritto racconti narrativi che percorrono in modo diderottiano le opere di artisti quali Gino Covili, Giorgio Sebastiano Giusti, Simona Maleti. In particolare, il racconto "Sognare ricordi, dipingere sogni", gli è valso il Primo Posto Assoluto al Premio Letterario Don Luigi Di Liegro con Premiazione il 9 Ottobre 2010 presso Palazzo Valentini, sede delle Provincia di Roma.
E' opinione di Daniele Bondi che il racconto narrativo meglio si sposi all'arte figurativa e non con maggiore efficacia rispetto alle pompose recensioni dei critici d'arte tradizionali, perché riesce ad avvicinare anziché allontanare, il fruitore all'opera d'arte. Di qui la tesi sull'Estetica e la Critica d'Arte di Diderot che, con la sua Promenade Vernet, ha aperto la strada ad un genere di critica che oggi meriterebbe di essere riportata al centro dell'attenzione.

Daniele Bondi è disponibile per scrivere testi narrativi capaci di penetrare nelle opere d'arte di pittori, scultori e fotografi e consentano di incrementare l'interesse dei fruitori ponendosi su un piano estetico e non meramente razionale. Per informazioni: info@danielebondi.it

 - Daniele Bondi Writer
Ho creato questo luogo virtuale di incontro affinché alcune delle mie creazioni letterarie e molte delle mie news fossero gratuitamente fruibili da parte di tutti, ma soprattutto per far crescere la diffusione della cultura umanistica attraverso lo strumento più democratico che esista. In esso puoi trovare gli incipit dei miei romanzi, interi racconti, video delle mie opere teatrali e contributi audio a sorpresa. Puoi navigare in totale libertà come contribuire con un tuo commento, un tuo articolo, un tuo suggerimento. Buona lettura, buona visione e buon ascolto

 - Daniele Bondi Writer

L’esistenza non ha un senso compiuto in sé stessa, se non quello che ogni essere umano riesce a darle. Molti vivono alla mercé del flusso esterno degli avvenimenti, altri si lasciano guidare dalle mode o dall’immagine che devono dare di sé. Io ho preferito scavare nelle tenebre del mio animo alla ricerca di un raggio che potesse illuminare il mio cammino in questo mondo. Questa scelta ha richiesto coraggio, tempo, fiducia e tanta energia. Ma a un tratto, proprio come un fulmine, sublime, rompe la monotonia del temporale, un raggio di luce ha spezzato l’oscurità e mi ha aperto l’orizzonte ultimo della mia vita: la scrittura.

Daniele รจ anche su Facebook

Accesso alla pagina Facebook