Home » Gli Editoriali » Le differenze fra Obama e Berlusconi

Le differenze fra Obama e Berlusconi

Le differenze fra Obama e Berlusconi - Daniele Bondi Writer
Impossibile trovare qualcosa in comune fra i due leader

Giuro che ci ho provato. Ho tentato in tutte le maniere di scoprire in quale aspetto si possa accostare Berlusconi a Obama, ma non ci sono riuscito.
Questione Crisi Economica: Obama la aggredisce di petto, lancia nuovi piani ogni giorno e stabilisce nuove regole per impedire ai furbacchioni di arricchirsi alle spese dei poveri. Berlusconi dice che una riduzione del PIL del 2% non è poi una tragedia e resta immobile. Nessun piano anti-crisi, nessuna regola contro l'arricchimento idebito dei manager. E' ovvio che il cavaliere si situi in posizione di attesa: aspetta che sia l'America di Obama ad assumersi l'intera responsabilità di far di nuovo correre la crescita mondiale. Vorrà dire che, senza fatica, l'Italia seguirà a ruota, magari con qualche mese/anno di ritardo.
Questione Verde: Obama dà una svolta radicale e promuove indipendenza dal petrolio, automobili ibride e nuovi piani per salvare il pianeta. Berlusconi va in Europa a chiedere che per l'Italia si facciano eccezioni alle richieste derivanti dal protocollo di Kyoto.
Questione Scuola: Obama lancia nuovi piani di sviluppo dell'istruzione e finanzia campus universitari e scuole per l'accrescimento culturale dei ragazzi. Berlusconi taglia i soldi per le scuole, cancella posti di lavoro agli insegnanti (i meno pagati d'Europa), riduce il tempo pieno.
Questione Medio-Oriente: Obama mostra subito una intenzione pacifista. Cancella la parola "nemico" così abusata dal peggior presidente USA della storia e mira a sedersi al tavolo dei negoziati con tutti. Vuole costruire un mondo di pace, in cui non esistano "nemici". Berlusconi è ancora dalla parte di Bush: la guerra in Iraq era giusta e doverosa.
E' triste che in Italia non possa venire alla luce un Obama, ma almeno possiamo consolarci che il solo Obama possibile sia ora presidente della più importante nazione del mondo. Aiutiamolo tutti, nel nostro piccolo, a trasformare il mondo in un pianeta di pace e in un pianeta caratterizzato da uno sviluppo sostenibile.

 

Daniele รจ anche su Facebook

Accesso alla pagina Facebook